Mercoledì, 10 Febbraio 2021 17:13

Sinergie strutturate: Un supporto e un rimedio alla solitudine dell’imprenditore

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Da tempo sentiamo parlare della solitudine nella quale si trovano gli imprenditori e sempre più spesso sentiamo passare in tv servizi di “denuncia” dove gli intervistati, imprenditori appunto, lamentano di essere lasciati a sé stessi, quando invece dovrebbero essere aiutati, non solo sul piano lavorativo, ma anche su quello umano, grazie al lavoro che fanno e alle opportunità di lavoro che quotidianamente danno impiego a milioni di persone.

Una prima risposta a questa problematica è rappresentata dalla figura del consulente aziendale, professionista sempre più indispensabile all’imprenditore moderno, con tutto il suo bagaglio di esperienze, professionalità e umanità.

 

Nel 2016 Assoconsult ha effettuato un’indagine, vertendo su un campione di circa 400 manager ed imprenditori di aziende italiane con fatturato tra 5 e 200 milioni di euro.

Fulcro dell’analisi erano la professionalità e le competenze del consulente, la sua trasparenza nei confronti dell’imprenditore, la sua correttezza professionale ma soprattutto:

 

  1. L’approccio del consulente al problem solving;
  2. L’esperienza specifica dello stesso professionista nel settore di operatività dell’azienda;
  3. La possibilità per l’imprenditore di verificare rapidamente i risultati e i ritorni dell’investimento nel servizio di consulenza.

 

Come è facile intuire, oggi ancor più di ieri, il contesto di riferimento economico-finanziario e quindi l’indotto aziendale sono in costante evoluzione e cambiamento e l’esigenza delle consulenze tra professionista e imprenditore è sempre più richiesta.

Migliorare questa realtà aziendale è possibile con il consulente, a patto però di muoversi in una direzione utile ai fini aziendali.

La direttiva comune deve essere quella volta alla valorizzazione delle competenze, effettuando interventi snelli in uno spirito di condivisione di esperienze e di sviluppo di nuovi valori nonchè di opportunità in azienda.

 

Volendo portare risultati concreti al comparto, sono stati creati dei modelli di collaborazioni dalle forme più svariate come i distretti produttivi, le reti e le associazioni temporanee di imprese, le forme di associazionismo, le forme di networking libero o tematico e i club di imprenditori per facilitare i contatti e gli scambi commerciali. 

Nonostante gli sforzi effettuati e le energie profuse – non solo in termini di tempo – non si è mai riuscito ad abbattere il frazionamento dimensionale e l’individualismo operativo del tessuto produttivo. Non era presente una sinergia strutturata tra gli attori in campo. O meglio, era lasciata nella sua forma più grezza, basata cioè sulla buona volontà delle parti e alla singola visione individuale dei partecipanti.

 

La figura del Business Miner a servizio dell’imprenditore

Bartners propone una nuova visione di sinergia strutturata che capovolge l’approccio relazionale tra imprenditore e consulente, incentrandola su di un duplice asset: da un lato vengono introdotte delle nuove professionalità nella consulenza, orientate al “caring” e al “problem solving” con i Solutions Miner e i Business Miner, dall’altro viene invece fatto ricorso alla più avanzata tecnologia disponibile, basata sull’intelligenza artificiale per la gestione degli enormi volumi di dati e informazioni.

Questa nuova figura professionale è la risposta fornita da Bartners come aiuto concreto a tutti gli imprenditori e alle loro realtà aziendali per facilitare gli accordi commerciali tra le parti: grazie al suo background esperienziale agevola la conciliazione tra domanda e offerta di soluzioni, per portare al successo ogni singola trattativa, salvaguardando il reciproco beneficio delle parti chiamate in causa.

Ma quali sono i concreti benefici per l’imprenditore?

Innanzitutto l’individuazione delle soluzioni più idonee alle esigenze manifestate grazie al ricorso all’AI e alle competenze professionali specializzate rispondente ad un concreto risparmio di tempo; successivamente l’individuazione di un interlocutore unico – un vero partner di business – con il quale confrontarsi in modo aperto e sincero a fronte di qualsiasi esigenza aziendale attuale o prossima che pone le basi anche per lo sviluppo di una rete di contatti e di collaborazioni.

 

Poter contare oggi sul Sistema Bartners significa affidarsi ad una rete di professionisti (i Solutions Miner e i Business Miner) che, coadiuvati dall’intelligenza artificiale, mettono al centro l’imprenditore e le sue informazioni, ossia la sua vera ricchezza, per ridurre gli sprechi di tempo e fornire al tempo stesso soluzioni vantaggiose per rinvigorire l’impianto aziendale sotto ogni aspetto, permettendo all’imprenditore di fronteggiare nuove esigenze, fino ad allora non emerse vuoi per mancanza di tempo piuttosto che per difficoltà economiche o priorità operative.

Redazione Bartners

La Redazione di Bartners è composta da un team di esperti in Finanza, Economia, Mercati, Gestione Aziendale, Welfare Aziendale in continua ricerca di novità dal mondo dell'Impresa.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.